24 febbraio 2009

Decreto antistupro. Ddl violenza sessuale – atti persecutori

sd13

Nel blog Femminismo a sud è possibile leggere un commento molto approfondito di Barbara Spinelli sul decreto legge emanato il 20 febbraio 2009 contenente “Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori”.
L’analisi della Spinelli mette bene in evidenza come nel ddl la violenza sessuale e la violenza contro le donne viene affrontata perché problema di “sicurezza della collettività” e non per ciò che è: lesione della dignità e della libertà della donna in quanto persona.

23 febbraio 2009

La violenza degli uomini sulle donne.

sd13

[youtube jMrqcWesNBg&hl=it&fs=1]

L’Istituto Cervantes di Roma sta tenendo, in una sala troppo piccola, una rassegna di film di registe spagnole Mujeres en la cresta de la ola.
Il 29 gennaio è stato proiettato Te doy mis ojos di Icíar Bollaín. Sono riuscita a vederlo, è un film fortissimo che tratta della violenza di genere, della violenza degli uomini sulle donne. In Italia è uscito con il titolo Ti do i miei occhi e si può trovare in DVD.

La regista riesce a dare spessore ai due protagonisti, Pilar e Antonio, non si ferma alla superficie del problema e non scade in stereotipi: senza dimenticare chi è la vittima e chi il carnefice, ci mostra la loro relazione e i meccanismi che la costituiscono.
Una relazione d’amore, che la violenza distrugge. Violenza di Antonio, cui Pilar si sottrae definitivamente quando trova spazi diversi da quello familiare e la solidarietà di altre donne.

Il nostro governo ha licenziato pochi giorni fa il cosiddetto decreto antistupri. Ecco il testo al momento disponibile sul sito del Senato della nostra Repubblica Testo DDL1348 [40kb]

La sensazione che ho nel leggere il ddl e gli articoli apparsi sulla stampa che lo commentano, è che tutta _la cosa_ possa essere risolta con un inasprimento delle pene e un controllo del territorio (esterno al focolare domestico). Come se le donne fossero prede da salvaguardare da cacciatori sconosciuti e non le vittime di un sistema che nel mondo le uccide più del cancro e degli incidenti stradali. Sono i mariti, i partner, i padri e i fidanzati i primi carnefici delle donne.

Il miglior commento che ho trovato in rete al Disegno di legge antistupro è di Maria Grazia Campari e potete leggerlo qui.

Uno stato democratico ha ben poca forza e capacità di cambiare la realtà se limita la sua azione alla punizione e nulla fa per mettere in discussione il modello sociale e culturale che genera la violenza (maschile), ignorando, al tempo stesso, chi da anni, le donne, proprio questo sta facendo.

Ciao, Elena

PS consiglio di leggere l’articolo di Vladimiro Polchi, che analizza i dati Istat sulle violenze, riportato in Tarantolati Sud Magazin di Nadia Marino e anche le parole di Natalia Aspesi su Lipperatura di Loredana Lipperini



RSS 2.0 articoli
RSS commenti



Collegati


nded.it - unghie
la sinistra su internet

Seguici su Twitter


    Sinistra Digitale su Facebook

    la sinistra discussioni
    • Alessandro: E in questo scenario le aziende di Tlc in Italia pur in presenza di conti in ordine continuano nelle...
    • marco noli: Dopo lo spettacolo della sera appena passata, “I fili di Penelope”, domani, venerdì 5 marzo,...
    • Aida: Ciao, vorrei informazioni sul corso di canto, individiale, costi e orari grazie
    • Daniele Errera: Penso di avere risolto :-P
    • Daniele Errera: E se volessi aggiungere dei link (tipo apppuntamenti – municipio – argomenti), come...
    • Elena: Caro Daniele, questa volta credo di riuscire a venire. Ciao Elena
    • Daniele Errera: Va bene!! Pubblicherò una relazione sicuramente! Grazie dello spazio che ci offri!!! Un abraccio...
    • Elena: Grazie dell’invito. Importante quest’iniziativa. Non potrò esserci personalmente per altri...



    CMS: Wordpress :: project & design: nofactory

    eXTReMe Tracker